mercoledì 21 gennaio 2015

Comunicato stampa


38 commenti:

  1. Credo sia il 24 gennaio 20...15

    RispondiElimina
  2. Buongiorno, sono un militante iscritto al Partito Democratico e non condivido il vostro Comunicato Stampa.
    Argomentate con incoerenti e insussistenti motivazioni il vostro dissenso al Convegno in programma sabato 24 gennaio p.v. in questo Comune.
    A mio avviso, chiaramente Voi non conoscete il problema e non sapete cosa dite.
    La tutela della salute è un diritto dovere per tutti; non è una questione ideologica.
    Per favore, volete rimuovere il TSO proposto da Renzi per chi vede scie chimiche in cielo?
    Nel vostro comunicato: "Il Partito Democratico di Fontanafredda, ritiene che il confronto a livello scientifico tra le varie teorie sia l'unico modo per affrontare i problemi e trovare soluzioni adeguate. ... Omissis ... Ritiene che il dialogo, il confronto e la condivisione siano modelli da contrapporre all'allarmismo e al fondamentalismo ideologico".
    Personalmente da un paio di anni , nei nostri cieli, riscontro FISICAMENTE che esiste una pericolosa presenza, un persistente inquinamento derivante dall'aerosol rilasciato da alcuni aerei civili e militari.
    Per tanto, non cercate teorie contrapposte, ma adempite il dovere morale e obbligo civile, per chi vuole rappresentare i Cittadini, quello di accertare la VERITA' e la PERICOLOSITA per la salute dell'uomo e dell'ambiente prodotto da queste "scie di condensa".
    Accertare con valide analisi di laboratorio la presenza e il contenuto dalle polveri emesse dalle scie, inspiegabilmente rilasciate da moderne turbine TurboFan, che non dovrebbero esserci secondo i diagrammi di Appleman; non cercare solo polveri PM10, ma sopratutto quelle molto più piccole: le nanoparticelle di metalli pesanti ( ad esempio Bario e Alluminio ).
    Questo è un importante convegno pubblico a Fontanafredda sulla Geoingegneria e sull'avvelenamento ambientale compiuto con le Chemtrails.
    Esso è un fatto giornalistico e sociale eccezionale, squarcia il muro di menzogne e di omertà che per anni ha negato e oscurato in Italia il genocidio ambientale compiuto dagli aerei "Tanker", con le scie di aerosol diffuso nella troposfera, il rilascio di tossiche nanoparticelle di metalli pesanti falsamente camuffato da "scie di condensa".
    Avete i mezzi e le possibilità per verificare la fondatezza di quanto esposto: onestamente non affermate, non nascondetevi dietro i luoghi comuni, ma dimostrate con valide analisi che si tratta di una bufala!
    L'ambiente e la salute dei cittadini chiedono a ogni persona questo importante contributo personale: fermare le sperimentazioni della Geoingegneria ambientale e il volo a questi aerei portatori di veleni, a questo disastro ambientale che non conosce confini nazionali.
    Distinti saluti Giampietro.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Signor Giampietro,
      io sono n astronomo, e da almeno 40 anni guardo il cielo per passione, prima che per mestiere. Le scie degli aerei ci sono sempre state, una volta molto meno di ora visto che il traffico aereo è decuplicato nel frattempo, tanto che al Festival di Sanremo una canzone parlava di "strisce bianche nel cielo azzurro". Nessuno nega che gli aerei lascino scie, solamente la fisica ci dice che si tratta di condensa dell'acqua prodotta dai motori.
      Condensa che secondo la termodinamica (che Lei evidentemente non conosce, niente di grave ci sono tante cose che io non conosco) un turbofan rilascia PIÙ facilmente rispetto al passato, proprio per la sua maggior efficienza e gli scarichi più freddi. Perché uno scarico più freddo condensa (ghiaccia) più facilmente di uno caldo,checché ne dicano certi "esperti" su Internet.
      Gli aerei che vediamo con la scia sono quasi sempre aerei di linea, che volano a 10 mila metri (sì, un aereo a 10 mila metri si vede ad occhio nudo, appare pressapoco grande come un semaforo visto da 100 metri), di solito su normali aerovie (da Pordenone si vede tranquillamente quella che passa sopra Verona, per esempio, che ci regala vistosissime scie al tramonto). Non tanker militari.

      La geoingegneria è un tema serio. Giusto discuterne. Ma sapendo di cosa si parla. Per esempio NESSUNO dei metodi proposti finora (e mai attuati) assomiglia, anche solo di lontano, alle scie degli aerei. In nessun caso si parla di spargere POLVERE di alluminio, o bario in qualsiasi forma. E come nota un altro commentatore, le scie sono state analizzate in decine di studi, senza trovarci MAI dentro qualcosa di diverso dal ghiaccio o dai normali inquinanti che ci sono nello scarico di qualsiasi motore.

      Elimina
  3. Signor Giampietro,

    Lei parla di analisi. I guru delle "scie chimiche" le avranno recitato la storiella dicendole che non sono mai state fatte, mi spiace smontarle il giocattolino con il quale si diverte a pensare che ci fosse qualcuno che avvelena tutti, ma il DLR (l'ente per l'aviazione e lo spazio tedesco) queste analisi le ha fatte. Sono state fatte due campagne, per un totale di 60 giorni di volo e svariate centinaia di ore di volo e i risultati smentiscono tutte le vostre strampalate teorie. Qui potrà vedere un servizio su una delle tante missioni svolte dal DLR https://www.youtube.com/watch?v=miRZ0zJKB6Y e qui potrà trovare i risultati della ricerca http://www.pa.op.dlr.de/CONCERT/results.html Come noterà questi scienziati le analisi le hanno fatte veramente, correndoci letteralmente dietro con gli aerei. Quelli a cui Lei da fiducia, invece, si professano esperti di fisica, meteorologia o aerodinamica quando a malapena hanno un diploma di istruzione e usa il noto metodo scientifico del "basta guardare", metodo che ha provato la sua validità diversi secoli fa quando dicevano "la terra è piatta, basta guardare", o "il mondo finisce alle colonne d'ercole, basta guardare" oppure "è il sole a girare attorno alla terra, basta guardare". Tutte le teorie a favore delle scie sono state ampiamente smentite ma come al solito, pur di non ammettere di aver creduto per anni a delle immani stupidaggini, ci si ostina a negare ciò che qualche basilare nozione di fisica o aerodinamica può spiegare. Nulla di sconvolgente ma allo stesso tempo molto più semplice e lineare delle varie teorie complottiste. Per esperienza, so che non guarderà ne il video delle analisi in quota, ne i risultati delle stesse, ma spero che chi ha un'approccio diverso al problema legga questo intervento e possa valutare correttamente il fenomeno, liquidandolo per quello che è.

    RispondiElimina
  4. Grazie a chi spende il proprio tempo per cercare di far ragionare questi boccaloni che credono a queste panzane. Avete tutto il mio appoggio e la mia stima.

    RispondiElimina
  5. Mi permetto di segnalare questa "lettera aperta" indirizzata ai cittadini di Fontanafredda da un blog scientifico anticomplottista in relazione alla conferenza di sabato 24/01 sulle presunte "scie chimiche".

    http://area-di-contagio.blogspot.it/2015/01/lettera-aperta-ai-cittadini-di.html

    RispondiElimina
  6. Gentile Direttivo del Circolo PD di Fontanafredda, desidero evitare ogni polemica, a mio avviso state sbagliando metodi e contenuti, osservate, guardate attentamente il cielo e la natura per comprenderlo.
    Viene affermato: "Tutte le teorie a favore delle scie sono state ampiamente smentite ma come al solito pur di non ammettere di aver creduto per anni a delle immani stupidaggini, ci si ostina a negare ciò che qualche basilare nozione di fisica o aerodinamica può spiegare."
    Vi informo che a scuola ho studiato e ho elementari nozioni di fisica, meteorologia e aerodinamica e verifico visivamente la falsità di Contrails (scie di condensa) che in cielo (a mio avviso) non dovrebbero esserci.
    Personalmente non sono seguace e non seguo i "Guro delle scie chimiche", e per favore non offendete l'intelligenza delle persone con beceri complottismi.
    Non indichiamo video e siti, dove informarsi per sostenere le proprie tesi, esse sono opinabili, svariate e contrastanti: qui, adesso, parliamo degli effetti VISIVI di sperimentazioni di Geoingegneria ambientale che TUTTI possiamo osservare e, se siamo in buonafede e lo vogliamo … comprende.
    Nel nostro cielo Veneto alcuni aerei rilasciano scie di condensa (cirri aviatici) ed è possibile tramite Internet conoscere molti dati di volo dei medesimi velivoli; sempre dalla Rete possiamo ricevere i dati giornalieri delle Radiosonde e verificarlo con i diagrammi di Appleman, e stabilire se esistono o no le condizioni ambientali per la formazione di “Contrails”.
    Perché evidenzio queste elementari informazioni: per la semplice motivazione che quello che vediamo in cielo non è la CONDENSAZIONE del vapore acqueo ma la sua SUBLIMAZIONE, un processo fisico ben definito che richiede la contemporanea presenza di precisi parametri di PRESSIONE-UMIDITA'-TEMPERATURA.
    Valori di pressione atmosferica, umidità dell'aria (trascuriamo quella generata dalla combustione delle moderne turbine aeronautiche) e di temperatura, che variano con la quota di riferimento.
    Invito tutti ad approfondire: sono necessarie condizioni estreme (alla nostra latitudine) perché il fenomeno delle "Contrails" (sublimazione del vapor acqueo) si manifesti.
    In alcuni giorni particolari, dal primo sorgere del sole e per l’arco della giornata, in pianura e dai nostri monti, possiamo fotografare, osservare e verificare un inquietante fenomeno: una strana "cappa" (non confondiamola con lo smog ambientale) sospesa in cielo (troposfera), che, sembra, sia alimentata periodicamente dalle scie (aerosol nebulizzato) prodotte da alcuni aviogetti.
    Fatte queste osservazioni, visti questi inquietanti fenomeni, per quale motivo negare al Cittadino preoccupato e allarmato, il diritto di chiedere, di informarsi, di conoscere la verità e liberamente manifestare in merito a tale fenomeno? Invocare: “Ridateci il cielo blu profondo con i suoi penetranti raggi ultravioletti”.
    Se queste scie sono solamente di vapor acqueo di cosa avete paura? Perché non restate indifferenti?
    Per quale motivo tutta questa denigrazione e DISINFORMAZIONE che quotidianamente riscontro nei Media?
    Come militanti di Partito quali interesse volete e/o veramente difendete?
    Terminando, per favore rispettate coloro che in BUONAFEDE manifestano e chiedono tutele per la loro salute e quella dell’ambiente.
    Voi non lo credete, ma sappiate che chiedono e manifestano per la salute vostra, dei vostri cari e delle future generazioni.
    Distinti saluti Giampietro

    RispondiElimina
  7. Al solito, vi si porta una teoria contraria al vostro credo, perchè di ciò si tratta, ed è subito disinformazione. Non siete voi a non voler comprendere basilari nozioni di fisica, termodinamica, aerodinamica e altro (anche se sarebbe sufficiente un pò di logica, anche senza aver studiato le materie sopra citate), ma è chi queste cose le ha studiate che "disinforma" tutti gli altri.
    Lei si chiede: "Se queste scie sono solamente di vapor acqueo di cosa avete paura? Perché non restate indifferenti?". Il problema non è esserne indifferenti, il problema è far capire che state lottando contro i mulini a vento perchè state scatenando un clima di odio, ma con voi è come parlare col muro. Io personalmente non ne resto indifferente perchè sono un pilota, e la gente come lei che mi insulta e mi augura di morire o di venire abbattuto mi fa girare le scatole non poco. Tutto questo odio perchè non sapete spiegarvi un normalissimo fenomeno fisico. Ma cosa credete, che a noi piloti e a chi dovrebbe aver architettato sta cosa venga data una pillolina miracolosa che ci rende immuni? Avete idea del numero di persone che sarebbero coinvolte nella cosa?!? Decine di migliaia, per non dire centinaia, eppure nessuno parla, quando sappiamo bene che un segreto non è più tale quando a conoscerlo sono due persone. Quando dice "un processo fisico ben definito che richiede la contemporanea presenza di precisi parametri di PRESSIONE-UMIDITA'-TEMPERATURA." si sbaglia, una scia persiste in condizioni di alta umidità relativa, se ci sono le nuvole (o la cappa da lei descritta, che solitamente è un fronte di maltempo) vuol dire che l'umidità relativa è alta, ossia la particella d'aria è quasi satura e qualsiasi aggiunta di vapore acqueo non potrà essere assorbita dalla particella, per cui si formerà la nuvola. Ergo, quando vedi le nuvole la probabilità che la scia permanga è molto alta. Il contrario accade quando le giornate sono limpide e non ci sono nuvole, bassa umidità relativa che permette alla particella d'aria di assorbire ulteriore vapore acqueo senza che questo condensi e si veda la nuvola. Si chiama fisica. Può farlo anche a casa, prende due bicchieri, uno lo riempie di acqua calda e uno di acqua fredda, prende lo zucchero e scioglie un cucchiaio di zucchero alla volta in ciascun bicchiere, noterà che nell'acqua calda potrà sciogliere molto più zucchero che nell'acqua fredda, il principio è lo stesso. L'acqua calda corrisponde alla situazione di bassa umidità relativa, quella fredda all'alta umidità relativa. Voi ragionate in maniera sbagliata, la "cappa" non è la conseguenza delle scie persistenti, è il contrario. La scia permane perchè la "cappa" o il fronte porta condizioni di alta umidità relativa, favorevoli alla formazione e alla permanenza di nuvole.

    RispondiElimina
  8. Per ulteriore informazione, le faccio vedere un video che smonta la teoria dei "precisi parametri di pressione, umidità e temperatura", che avrà sicuramente preso in prestito da Marcianò o chi per lui. Potrà vedere che per la formazione delle scie è sufficiente una bassa temperatura, riguardo alla permanenza delle stesse nell'atmosfera faccia riferimento a quanto ho spiegato sopra https://www.youtube.com/watch?v=qlASw3QXRNM

    RispondiElimina
  9. Gentile Direttivo del PD di Fontanafredda.
    Desidero evitare ogni successivo intervento e polemica in merito alle scie chimiche, qualunque cosa si suppone esse siano: oscuro complotto, infatuazione o bufala!
    Leggete bene quello che viene scritto; i precedenti interventi mi sembrano permeati da una risibile, insufficiente informazione e preparazione scientifica.
    Inoltre protesto e non gradisco che mi siano falsamente attribuiti azioni e concetti che non mi appartengono, in precedenza espressi, come:”scatenando un clima di odio, insultare, augurare di morire ecc…”
    Quando nella bassa troposfera troviamo la presenza dei “cirri aviatici”, o per alcuni “chemtrails”, dobbiamo considerali un fatto normale e naturale solo perché lo afferma la comunità scientifica?
    Verificando la progettazione e Il funzionamento delle moderne turbine “Turbofan”, possiamo osservare e comprendere quali possibili scie di scarico questi motori possono formare; essi producono solamente una piccola e trascurabile percentuale di vapore acqueo e ad alta temperatura: 1.7 grammi di acqua per ogni metro di volo percorso, mentre l’acqua totale misurata in una scia persistente risulta di essere tra 20.700- 41.200 grammi di acqua per ogni metro del percorso della scia; quasi tutta la scia è creata dalla umidità presente nell’atmosfera.
    Possiamo andare a vedere queste scie prodotte dagli aviogetti, sulle piste di decollo degli aeroporti, con bassissime temperature, verificare visivamente quale “scia” troviamo uscire dalla medesima turbina. Generato esclusivamente dalla combustione della turbina del motore “Turbofan”, questo vapore acqueo è incolore e invisibile, è percentualmente piccolo e non riga e segna con “scie di condensa ” o “cirri aviatici” l’atmosfera e la volta celeste.
    Mentre le “contrails”, quello che vediamo come scie di condensazione visibili sono formazioni di piccoli cristalli di ghiaccio, un fenomeno fisico di sublimazione del vapore acqueo, scientificamente studiato, documentato e riscontrabile nei diagrammi di Appleman della NASA.
    Un fenomeno fisico molto preciso e tipico di condizioni ambientali “estreme”, che difficilmente alla nostra latitudine avvengono per il vapore acqueo (attenzione, è sempre necessaria la sovra saturazione ambientale dell’aria).
    Per formare una scia è sempre necessaria la contemporanea presenza di determinate condizioni ambientali e precisi valori di PRESSIONE-UMIDITA’-TEMPERATURA, e … teoricamente questo fenomeno può avvenire anche a livello del mare.
    Per tanto e per favore non divaghiamo e parliamo genericamente di complotti, ma cerchiamo la verità sulla reale composizione di questa visibile cappa che “oscura” e “attenua” il nostro sole: di quelle scie di visibile aerosol ingiustificatamente prodotte da alcuni aviogetti civili e militari.
    Per rendervene conto potete controllare e personalmente verificare, con un binocolo, le diverse scie che sono prodotte da tutto il traffico aereo in transito sopra le vostre teste.
    L’ inquinamento dell’aria prodotto da questi “cirri aviatici” non conosce confini nazionali, essi non sono formati esclusivamente dal vapore acqueo.
    Ricercatori indipendenti affermano e dimostrano con prove che sono sostanze tossiche nocive alla salute dell’uomo e dell’ambiente: sono state riscontrate pericolose presenze di nanoparticelle di metalli pesanti che ci stanno, di fatto, avvelenando.
    Per quale motivo le Autorità sanitarie preposte non intervengono, non indagano questo fatto, smentendolo e documentando le “chemtrails” con prove e dati scientificamente riscontrabili e attendibili; hanno i mezzi e le possibilità di verificare se veramente queste inquietanti irrorazioni compiute dalla Geoingegneria climatica sono una bufala, oppure un danno irreparabile e irreversibile nei confronti della popolazione, dell’ambiente, delle risorse alimentari e idriche del nostro pianeta; perché trascurare la prevenzione a questo visibile inquinamento?
    Ringrazio e porgo i migliori saluti. Giampietro

    RispondiElimina
  10. Signor Giampietro,

    "i precedenti interventi mi sembrano permeati da una risibile, insufficiente informazione e preparazione scientifica", se l'accusa di risibile e insufficiente informazione è rivolta a me, si sta sbagliando. Per sua sfortuna dispongo di un titolo di valore legale rilasciato dell'Ente per l'Aviazione Civile che riporta in dettaglio le materie che ho dovuto studiare e per le quali ho dovuto superare non uno, ma quattordici esami. Lei che titoli ha o di quali competenze tecniche specifiche si può fregiare per parlare dell'argomento con tanta sicurezza?!?

    Da ciò che ha scritto sopra è evidente che chi possiede risibile e insufficiente informazione e preparazione scientifica sia proprio Lei signor Giampietro, è palese che non ha la minima idea di cosa sia un'idrocarburo, di come funzioni un motore turbofan, di meteorologia, fisica dell'atmosfera, aerodinamica e tutte le altre discipline che occorre sapere per poter affrontare l'argomento. Non si sta parlando della partita di pallone, si parla di scienza, e il suo approccio scientifico è riassunto in questa frase: "Per rendervene conto potete controllare e personalmente verificare, con un binocolo, le diverse scie che sono prodotte da tutto il traffico aereo in transito sopra le vostre teste." Lei dichiara: " L’ inquinamento dell’aria prodotto da questi “cirri aviatici” non conosce confini nazionali, essi non sono formati esclusivamente dal vapore acqueo." basandosi sulla scientificità di un'osservazione con il binocolo. Complimenti vivissimi, ha aperto un mondo alla comunità scientifica internazionale!!

    I ricercatori indipendenti che cita, probabilmente Pattera, Penna, Marciano (che addirittura millanta una laurea mai conseguita) e qualche altro che non ricordo, sono persone che nel migliore dei casi si sono laureate cinque anni fuori corso, le cui capacità sono talmente encomiabili da non aver trovato nessun'istituto che li assumesse e per potersi guadagnare da vivere vanno in giro a fare conferenze nel maldestro tentativo di dare una parvenza di autorevolezza a teorie ampiamente dimostrate dalla comunità scientifica. Maldestri tentativi che vanno a buon fine su soggetti privi di preparazione ma alla ricerca di un nemico da combattere. Se non l'avete ancora capito, questi soggetti vivono sulle vostre paure dettate dall'ignoranza.

    Riguardo alla domanda: "Per quale motivo le Autorità sanitarie preposte non intervengono, non indagano questo fatto, smentendolo e documentando le “chemtrails” con prove e dati scientificamente riscontrabili e attendibili" la risposta gliel'ho data sopra, con i risultati delle analisi in quota svolte dal DLR, ma non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. E' evidente che in lei scatta il meccanismo del bias di conferma, che è un fenomeno cognitivo al quale l'uomo è soggetto. Un processo mentale che consiste nel ricercare, selezionare e interpretare informazioni in modo da porre maggiore attenzione, e quindi attribuire maggiore credibilità, a quelle che confermano le proprie convinzioni o ipotesi, e viceversa, ignorare o sminuire informazioni che le contraddicono. Il fenomeno è più marcato nel contesto di argomenti che suscitano forti emozioni o che vanno a toccare credenze profondamente radicate.

    RispondiElimina
  11. Giampietro, Lei ha chiesto come mai delle persone si interessino a questo argomento, e non siano invece indifferenti (si rilegga un suo intervento precedente) e nello stesso tempo richiede che la gente si attivi. Insomma Lei vive una clamorosa contraddizione:
    vorrebbe che chi si occupa di scienza non si interessasse, mentre reclama l'interesse di crede ai complottisti. Lei è in malafede intellettuale, se ne renda conto, se crede di essere in buona fede. Lei si interessa perché crede ad una cosa assurda, ad una paranoia (non so dicendo che "Lei" sia paranoico, assolutamente, ma che la bufala a cui presta fede lo è) per cui ci dicono che tutti i governi del mondo, chissà perché tutti d'accordo, avvelenerebbero la gente. Pazzesco. Consulti i dati sulla crescita della popolazione, nel 1950 eravamo due miliardi e mezzo; il suo "genocidio" mi pare poco efficace. Capisco che se crede ad una panzana simile se ne interessi. Anch'io mi interesserei se qualcuno mi dicesse che c'è un cecchino che mi vuole uccidere, e io ci credessi. Ma poi nega il diritto a noi che non crediamo a questa bufala di interessarci. Perché ? Perché le scie sono di condensa ? Certo che sono di condensa, fino a prova (seria) contraria, e visto che ricercatori seri lo hanno provato. Ma non è quello che temo. Temo che qualche paranoico esaltato, credendo che lo stiano avvelenando, per salvare il pianeta (come Don Chisciotte voleva salvarlo dai giganti che erano invece mulini a vento) possa fare qualche fesseria grossa. In fondo ho letto personalmente gente scrivere che 200 innocenti si possono sacrificare per salvarne milioni. Peccato che questi 200 potrebbero essere chiunque, anche i miei figli, o i Suoi, mentre di quelle milioni di vittime da intossicazione di bario non se ne vede nemmeno l'ombra, negli ospedali o nei cimiteri. Non creda a me, si informi. Vada per ospedali e cimiteri a vedere gli effetti di quel bario che crede che sia stato irrorato. E la smetta di citare Appleman a sproposito. Tra l'altro è stato aggiornato proprio da quel Schumann che ha fatto le ricerche della DLR citate da un altro commentatore. Se le vada a leggere.
    http://dimitrxe.pp.fi/pub/pol/chem/tracking/chemtrails/Schumann_Contrails.pdf
    da cui
    // Contrails are visible line clouds that form behind aircraft flying in sufficiently cold air due to water vapour emissions. Contrails occur both behind propeller and jet driven aircraft and were first observed in 1915. The thermodynamic formation of contrails was first explained in 1941 [1]. Contrails evapo- rate quickly if the ambient air is dry; they persist, evolve into more extended cirrus clouds and grow in particle size by deposition of ambient water vapour on the ice particles in the contrails if the ambient air is humid enough. //
    Cordiali saluti, in ogni caso, perché io contrasto le idee sbagliate, non le persone. Sono altri che dicono che ci verranno a prendere ad uno ad uno. Lascio a Lei capire per fare cosa. Non è Lei a alimentare l'odio (almeno scientemente), ma altri lo fanno, perché quando si inventano avvelenamenti SI STA ALIMENTANDO L'ODIO, e se legge le pagine di chi creede a queste cose, troverà innumerevoli volte scritto che si dovrebbero abbattere gli aerei o altre frasi inneggianti a forme di terrorismo.
    Secondo me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedo scusa per i numerosi errori di digitazione; non ho confidenza con questo editor.
      Saluti a tutti

      Elimina
    2. Forse ho esposto le mie idee con una certa foga; non vorrei avere offeso nessuno (non è assolutamente nelle mie intenzioni). Vi prego di considerare che ce l'ho contro le idee, e non contro le persone (portatrici sane di idee sbagliate, a volte).
      Ovviamente, che queste idee siano sbagliate è la mia opinabile opinione.
      Spero un giorno di poter scambiare due parole, serenamente, con chi fosse dell'altra idea. Magari con davanti una bella tazzina di caffè, da buoni amici.

      Elimina
  12. No comment signor Alessandro! Non accetto le sue provocazioni.
    Mi scuso se ho urtato la sua sensibilità e preparazione di pilota.
    Anzi, al Direttivo del Circolo del Partito Democratico dichiaro la mia buonafede e autodidattica preparazione tecnica e da Operaio Metalmeccanico quale sono, m'inchino alla scienza del sig. Alessandro e gentilmente lo invito ad analizzare per i Cittadini di Fontanafredda il video che ha proposto del decollo del Tupolev TU-204 Yakutsk takeoff a -45C di temperatura ambientale.
    Il signor Alessandro spieghi dettagliatamente l'origine e la formazione di quelle scie, con dovizia di particolari, usando i diagrammi di Appleman e gli studi in merito di "The Contrail Education Project" forniti dalla National Aeronautics and Space Administration (NASA) , può trovarli a questo Link
    http://science-edu.larc.nasa.gov/contrail-edu/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho provato a rispondere ala sua domanda nel mio blog, può leggerla qui: http://giannicomoretto.blogspot.it/2009/01/la-fisica-delle-scie-chimiche.html

      In breve, il diagramma di Appleman valuta in modo grafico il seguente fenomeno.
      In uno scarico di aereo ho circa un litro d'acqua al secondo, più o meno qualche grammo per metro di scia. 80 grammi per kg di gas scarico. Un grammo di ghiaccio produce una scia visibile di circa un metro quadro, quindi quell'acqua può produrre una scia larga fino a qualche metro. Questo per dare un'idea delle quantità in gioco.

      Ma in quello scarico l'acqua è sotto forma di vapore, molto caldo. Lo scarico però si mescola con aria molto fredda, 40, 50 sottozero sono norrnali a quelle quote. Quindi abbiamo aria via via più fredda, e con dentro meno umidità. Il vapore condensa a concentrazioni bassissime, per es. a 40 sottozero bastano 0,8 grammi per kg, quindi anche in uno scarico di aereo diluito 100 volte nell'aria fredda. Se l'aria è abbastanza fredda far sì che la miscela con lo scarico, così diluita, sia sotto il punto di condensa, la scia si forma.
      Se poi l'aria contiene di suo altro vapore, basterà aggiungerne poco dal motore, e si avrà formazione di scie più facilmente, ma la scia si formerà ANCHE con aria secca se fa abbastanza freddo. Il diagramma di Appleman ci dice, con un grafico, quanto debba essere fredda l'aria, ad una data altitudine ed umidità, per avere una scia. E dai dati delle radiosonde vediamo che "abbastanza freddo" lo è quasi ogni giorno, ad una qualche quota. Nel caso del Tupolev vediamo dal diagramma di Appleman che al livello del mare, a 45 gradi sottozero, le scie si formeranno sempre e comunque. Ne basterebbero 40, di gradi sottozero ed avremmo scie pure con l'aria più secca.

      Il diagramma di Appleman indica anche che umidità serve perché le scie persistano. Una volta formata, una scia tende a sublimare (sublimazione significa che la scia SPARISCE, non che SI FORMI). CI può mettere da pochi secondi (scia lunga una spanna o meno), a pochi minuti (scia che attraversa il cielo). Ma se l'umidità relativa è superiore a circa il 60% (dipende dalla temperatura) la scia non solo non sparisce, ma fa condensare su di sè l'umidità atmosferica. La scia si espanderà, ed arriverà a contenere anche migliaia di volte l'acqua prodotta dal motore. Le condizioni perché questo avvenga (sovrasaturazione rispetto al ghiaccio) sono abbastanza frequenti, circa il 15% del tempo. Forse è questo il dato che le manca, le han fatto credere che una condizione piuttosto comune sia invece rara. Noti anche che per misurare l'umidità relativa a 40 sottozero servono sonde particolari, DIVERSE da quelle impiegate nelle radiosonde, che sono fatte per funzionare ad altitudini minori e quindi temperature maggiori. In pratica ogni volta che nei profili delle radiosonde trova umidità relativa maggiore di circa il 40% (ma talvolta anche meno) l'aria è sovrasatura rispetto al ghiaccio. Se vede cirri in cielo questo è un segno evidente che c'è sovrasaturazione, ma posso avere (e spesso ho) sovrasaturazione anche con cielo sereno.

      Elimina
  13. Signor Giampietro, quello che vorrei farle capire è che l'argomento "scie chimiche" va a toccare molti argomenti quali fisica, meteorologia, aerodinamica, termodinamica, navigazione aerea, leggi della navigazione e tanto altro, e per poter fare un'analisi SERIA e con dovizia scientifica è necessario conoscere molto bene tutti questi argomenti. Non è mia intenzione denigrare il suo lavoro, quello che vorrei farle capire è che deve fidarsi di ciò che dicono gli esperti in materia (e non quei quattro fisici e/o biologi falliti che promuovono questa teoria per dei facili guadagni personali). Se lei ha un'influenza va dal medico o dall'idraulico?!? Se un meteorologo le dice che è una baggianata e un geometra le dice che invece è vero, a chi crede?!? Chi dei due ha una maggiore preparazione sull'argomento?!? Ad oggi non c'è un meteorologo, un ingegnere aerospaziale, un pilota, o chiunque lavori nell'ambito che abbia mai detto "si, le scie chimiche sono vere". Io e Shelburn Kenderman le abbiamo portato delle spiegazioni e dei dati che smentiscono quanto dice, eppure insiste per la sua strada.

    Le porto un'altro esempio: i metalli che dite vengano dispersi nell'atmosfera hanno tutti temperature di fusione inferiori ai 700/800 gradi centigradi, tutti questi metalli che verrebbero sparsi nell'atmosfera verrebbero inevitabilmente ingeriti dai motori degli altri aerei. All'interno della camera di combustione di un motore turbofan troviamo temperature superiori ai 1200 gradi centigradi, qualsiasi metallo che si trovi a passare attraverso la camera di combustione verrebbe fuso, e si depositerebbe poi sui rotori e gli statori posti dietro ad essa e farebbe "grippare" il motore, e quando accade è molto probabile che avvenga un cedimento esplosivo dello stesso. Se queste sostanze fossero veramente disperse nell'atmosfera avremmo decine di cedimenti esplosivi ogni giorno, invece sono eventi rarissimi causati da difetti di fabbricazione. Qui potrà vedere i danni subiti da un turbofan dopo l'ingestione di cenere vulcanica e farsi un'idea di come verrebbe ridotto un motore se i metalli sopra citati si trovassero realmente sparsi in atmosfera.

    Ah, un'ultima precisazione, lei dice: "m'inchino alla scienza del sig. Alessandro", mi spiace per lei, ma non è la MIA scienza, è ciò che è stato dimostrato non da me, ma da decine di scienziati molto più preparati e intelligenti di me, come disse Neil DeGrasse Tyson "il bello della scienza è che è comunque vera... che voi ci crediate o no"

    RispondiElimina
  14. Dimenticavo il link con l'immagine dei danni della cenere vulcanica su un motore turbofan http://www.inovacaotecnologica.com.br/noticias/imagens/010175100422-turbina-vulcao.jpg

    RispondiElimina
  15. Giampietro, nessuno dubita della sua buona fede; quello di cui dubito è della sua imparzialità (quella che ho chiamato malafede intellettuale, e che è quella che porta due ultras di squadre opposte a dire la cosa opposta di un'azione di gioco avvenuta davanti ai loro occhi, pur essendo entrambi in buona fede).
    Cerchi di uscire da questo tipo di ottica, che la induce in errore. Provi qualche volta a dubitare di sé stesso (io lo faccio sempre di me stesso; continuamente mi metto in discussione, lo faccia anche Lei). Per esempio, a Pordenone sono stati affissi manifesti che dicono "basta guardare il cielo". Rifletta su questa frase. E' la chiave delle menzogne che vi vengono rifilate e a cui abboccate. E glielo mostro. Io e Lei guardiamo il cielo, vediamo la stessa cosa, come i due tifosi hanno visto la stessa azione, ma poi ognuno di noi fa una conclusione diversa, "è gol", "assolutamente no", "è una scia chimica", "è una scia di condensa".
    Chi ha ragione ? Per il calcio c'è la moviola (e a volte ne servono più d'una). Per il cielo, cosa c'è ? Cosa fa dire a me che è una scia di condensa, e a Lei che è una scia chimica ? Ci pensi, sta tutto lì. E' l'evidenza ? Evidenza di ché? Entrambi vediamo una scia bianca. Nessuno di noi ha uno strumento che ci permetta di sapere quali sostanze formino quella scia. Gli occhi ci dicono solo che è una scia ed è bianca, quanto è lunga (all'apparenza) e quanto è larga (ma gli errori possibili sono enormi); ma assolutamente i nostri occhi non ci dicono né che sia di bario o altro, né che sia (solo) di condensa. I nostri occhi non sono spettrometri. Con la scia, che ci può essere o ci può non essere, ed essere eventualmente persistente, c'è anche la CO2; la vede Lei ? No, è invisibile. Quando non c'è la scia, l'acqua c'è, ma non la vediamo, perché il vapore acqueo è invisibile (e questo spiega il gap iniziale che La sfido a spiegare altrimenti). Ma quali sostanze ci sono quando si forma una scia persistente ? Ha un occhio spettrometrico, per caso ? Io no. Se lo avesse Lei, sarebbe certamente un alieno. E allora, ci rifletta, per favore, cosa fa dire a noi quello che diciamo ? Cosa ? Non certo il fatto che abbiamo guardato LA STESSA COSA. L'occhio non ci ha detto molto, o per lo meno non ci ha detto quello che ci ha fatto DECIDERE quale sostanza ci sia nella scia. Cosa, dunque, ci ha fatto decidere, se non è l'occhio ? Ci ha fatto decidere il RAGIONAMENTO, giusto o sbagliato che fosse, basato su ciò che noi accettiamo per vero, se ne renda conto, e capirà la prima, fondamentale, falsità che viene diffusa e ripetuta, e cioè che basterebbe guardare. No, non basta. E' il ragionamento che ci fa decidere.
    Secondo me.
    La scienza non si fa come il tifo nel calcio.

    RispondiElimina
  16. Giampietro, molti credenti (nel complotto) si stupiscono del numero delle scie, del fatto che possano essere intermittenti, persistenti, più numerose di una volta, dicono che il cielo è cambiato rispetto ad anni fa. E' vero è cambiato, anche perché sono cambiati gli aerei (prima del 1900 non c'erano nemmeno gli aerei), come sono cambiate le auto, che una volta erano molto inquinanti e consumavano molta benzina. Nel 1950 eravamo un terzo, nel mondo, di quelli che siamo ora, e non c'erano i voli low cost. Lo capisce che il traffico aereo non può essere rimasto uguale? Ma poi, i credenti guardano il cielo e si stupiscono che sia cambiato, ma perché non si guardano anche intorno, anche addosso ? Provi a guardare se stesso, i suoi abiti, quello che mangia, i suoi libri, le canzoni, i film, gli elettrodomestici che possiede... Le sembrano uguali a quelli che c'erano una volta ? Giampietro, Lei guarda le nuvole, ha la testa tra le nuvole e non si accorge che Le è cambiato il mondo intorno, tutto, e radicalmente. Sono cambiati il lavoro, la libertà, i diritti, è cambiata la tv; quando io ero piccolo la tv non c'era, si ascoltava la radio, o mio padre ci leggeva qualcosa. Poi arrivò il televisore, in bianco e nero, un solo canale! Quando mio padre era piccolo quante canzoni nuove uscivano all'anno ? Quanti vestiti cambiavamo, chi li faceva ? Era mia madre che li cuciva alle mie sorelle; io mettevo i vestiti dismessi di mio fratello. eravamo, nel mondo, un terzo di adesso, e c'era la fame. Quante pannocchie ho guardato, quanti panini con la mortadella ho visto, senza avere i soldi per comprarli! E' cambiato il telefono, e quanto! Ci pensi, l'altro giorno mio figlio mi chiama, hanno forato una ruota, sono in un paesino vicino Napoli. In altri tempi come avrebbero fatto? Li ho raggiunti con il navigatore, in quel posto sperduto. Immagino che abbia un computer, ce l'aveva suo padre, alla sua età ? Aveva il telefonino ? Aveva la possibilità di seguire corsi gratuiti di ungherese o di coreano? O poteva studiare le cose scientifiche che l'appassionano ? Io spendevo due mesi di paghetta per comprarmi un libro della Teach Yorself Books. Ora si può studiare gratis quello che si vuole. Basta volerlo.
    Come avrei voluto viaggiare! Viaggiavo sull'atlante; ora si può viaggiare sul serio con pochi soldi (rispetto ad allora), o in alternativa viaggiare con google earth o con i siti vari. Vuoi vedere com'è fatta l'Islanda ? E che problema c'è ?
    In poche parole, potrei fare ancora migliaia di esempi, il mondo è profondamente cambiato, ed è cambiato tutto, e non c'è un mestiere, non ce n'è uno, che io sappia, in cui non sia entrato il computer. Quando io parlavo di computer, la gente mi rispondeva che non gli piaceva la matematica! Già, "quanti" comprano un computer per la matematica ? E quanti per chattare, conoscere gente, ascoltare musica, vedere film, ecc. altro che matematica!
    E' cambiato, è cambiato RADICALMENTE questo mondo, è Lei si è accorto solo delle nuvole! E nella sua testa immagina le cose più astruse, perché quelle conclusioni (che sarebbe bario ecc.) non escono da NESSUNA PROVA SERIA. Escono dalla sua mente e dalle menti di gente che fantastica. Lei magari ha sentito parlare di Appleman. Ok, e con questo ? E' sicuro di applicarlo bene ? Conosce le condizioni meteorologiche precise in quel punto del cielo ? Sa quanto possono variare? O pensa che l'atmosfera sia statica?
    Secondo me.
    Buona notte, dorma bene.

    RispondiElimina
  17. Faccio un esempio dei danni che producono queste persone.

    Il relatore ha parlato dell'accordo Italia-USA del 2002 per lo studio dei cambiamenti climatici. Ha elencato, uno ad uno, tutti i prestigiosi enti di ricerca che ne facevano parte, accusandoli di voler CAMBIARE deliberatamente il clima, per loro turpi scopi. L'elenco comprende per esempio l'Organizzazione Mondiale per la Sanità, diverse ARPA, istituti di fisica dell'atmosfera e climatologia.

    Ma lo studio riguardava solo i cambiamenti climatici già in atto, le loro cause e le possibili conseguenze. Da nessuna parte, nell'accordo che è pure molto dettagliato, si parla di modificare deliberatamente il clima, e tantomeno delle scie degli aerei. C'è solo la parola "tecnologie" nel titolo, evidentemente si pensa che per studiare, osservare il clima non servano tecnologie, basta guardare il cielo e misurare la temperatura alzando un dito. SI parla, nel testo, di "aerosol". Che in linguaggio scientifico significa "fumo", il fumo delle fabbriche modifica il clima.

    Quindi in questa conferenza si mette alla berlina, esponendoli come minimo al pubblico ludibrio se non al rischio di finire tra le mani di qualche esaltato, esattamente quelle persone che con il loro impegno, le loro competenze, la loro professionalità, spesso anche con il loro tempo libero (alcuni di questi ricercatori fan volontariato in associazioni ambientaliste) cercano di difenderci dai cambiamenti climatici. Accusandoli di esserne loro, in realtà, gli artefici.

    Proprio la caccia all'untore di cui si parla nel comunicato stampa del PD.

    RispondiElimina
  18. Gentile Direttivo del Partito Democratico di Fontanafredda
    Non condivido e non mi piace questa falsa tesi di "caccia all'untore" espressa nei precedenti interventi; essa si affianca al vetusto teorema dei "complottisti siachimisti" per sviare e mascherare il vero problema ambientale di un genocidio in atto con le sperimentazioni di Geoingegneria illegale e clandestina.
    Questo non è solamente un problema Veneto, interessa tutto il pianeta:
    Il 25 aprile prossimo si svolgerà la "Global MARCH Against Chemtrails and Geoengeneering" e tutti potranno verificare i contenuti e le motivazioni di una protesta civile e democratica espressa da innumerevoli e pacifiche persone e popoli di tutto il pianeta Terra.

    Coloro che protestano e manifestano contro le Chemtrails sono le vere e autentiche vittime di una violenza del Sistema.
    Una minaccia alla esistenza di pacifiche persone, che non è solo verbale; una operazione supportata da "Quisling" e da "Mainstream" allineati, che disperatamente cercano di oscurare, mascherare l’operato e perseguire in segreto gli obiettivi e scopi prefissati.
    Distinti saluti Giampietro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile Giampietro,
      sarebbe bastato scrivere "piantatela di contraddirmi, brutti disinformatori prezzolati!"

      Elimina
    2. Come dicevo sopra.la "caccia all'untore" viene effettuata dai sostenitori del complotto, nei confronti di chiunque li osi contraddire portando (non sia mai!) prove scientifiche o abbiano la sventura di occuparsi per professione di clima.

      Geoingegneria clandestina. Così clandestina da essere sotto gli occhi di tutti, basta alzare gli occhi al cielo. E naturalmente tutti quelli che il cielo lo guardano di mestiere, le migliaia e migliaia di scienziati che quelle scie le hanno studiate, misurate, sono tutti complici. Anche se mettono in guardia dai pericoli delle geoingegneria (quella vera, che per fortuna non è mai stata fatta). Tutti, indipendentemente dalla nazione, dal credo politico o religioso,tutti a scrivere articoli scientifici che parlano di condensa.. Tutti i piloti che questi aerei (di linea, ripeto, mica militari) li pilotano tutti i giorni, i controllori di volo, i tecnici addetti ai rifornimenti dei milioni di tonnellate di composti da irrorare, tutti zitti come pesci. Nessuno scienziato (di quelli seri, di quelli che scrivono su riviste scientifiche del settore) che alzi gli occhi al cielo e noti qualcosa che non va. Solo gente comune, che non ha ben capito la differenza tra sublimazione e condensazione.

      Ma signor Giampietro, io ho risposto sopra alle sue domande. Le ho spiegato come il diagramma di Appleman che Lei ha citato più volte dice esattamente che quelle sono scie di condensa, che si formano perché ci sono le condizioni, che Appleman ha indicato, per la sua formazione. RIsponda a quello, mi dica secondo lei perché un Tupolev a 45 sottozero non possa fare una scia di condensa secondo il diagramma di Appleman. Mi spieghi come mai, se una scia di condensa espansa contiene (lo dice lei) decine di chilogrammi di ghiaccio al metro, una scia chimica di proporzioni simili potrebbe pesare meno, e in quel caso come faccia un aereo con un carico utile di qualche tonnellata a fare una scia di piu' di un km di lunghezza (4 secondi di volo).

      Mi porti, insomma, delle prove di quello che afferma. Sono un ambientalista convinto, antimilitarista "storico", e convinto avversatore della geoingegneria. Mi dimostri che qualcuno la sta facendo ORA e mi avrà al suo fianco.

      Elimina
    3. Giampietro, Lei parla di un "genocidio in atto". Non si vergogna ? Raccontare falsità non è lecito. Poteva non conoscere i dati, e credere in buona fede che ci fosse davvero un genocidio in atto, ma io ho scritto, in un precedente post
      // Consulti i dati sulla crescita della popolazione, nel 1950 eravamo due miliardi e mezzo; il suo "genocidio" mi pare poco efficace. //
      Lo ha fatto ? Ha verificato i dati che Le ho scritto ? Lo sa quanti siamo adesso ? Prima del "genocidio" eravamo due miliardi e mezzo; ora ne siamo tre volte tanto. E' così che funzionano i genocidi ? Triplicano la popolazione ?
      Per favore, si svegli, ma davvero. Per prima cosa verifichi i dati della popolazione (basta wikipedia, ma se non Le piace, consulti quel che vuole), poi si faccia un giro per gli ospedali, per verificare i milioni di morti da genocidio attuato con intossicazione da bario.
      Se non trova questi milioni di morti né negli ospedali, né nei cimiteri, si rassegni, quel genocidio (grazie al cielo) NON esiste, è solo un frutto della paranoia di qualcuno. Si liberi da queste idee, che possono portare solo all'odio verso persone che consentono a questa umanità di volare, garantendo progresso, libertà, svago per qualcuno, lavoro per altri. Pensi che chi si oppone VERAMENTE alla geoingegneria sono persone come me e Comoretto; chi fa studi seri sulle scie sono quelli della DLR, che non si limitano a "guardare" ma analizzano in quota prelevando direttamente dalla scia. Altro che i metodi di certi biologi che analizzano al suolo, millantando che quella roba che trovano sarebbe piovuta dalle scie lasciate dagli aerei, come i virus, che sarebbero usciti freschi come una rosa sbocciata all'alba da una camera di combustione a 700 gradi o anche più.
      Vorrei aggiungere un chiarimento su Appleman, per Lei e Comoretto:
      certo che Appleman, applicato come si deve, prova che sono scie di condensa; il problema è che, per applicarlo bene, il complottaro medio, armato di occhiometro e ditometro, dovrebbe conoscere le condizioni meteorologiche nella zona esatta in cui passa l'aereo e si formano le scie; qui casca l'asino, perché ha una visione statica e rigida dell'atmosfera (come dimostra il suo stupore nel notare scie che si interrompano e altre amenità del genere)
      Secondo me

      Elimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Al di la del contenuto del convegno, appare strano il comportamento del PD. Se non ricordo male il PD è forza di maggioranza a Fontanafredda, esprime vicesindaco e numerosi assessori. L'amministrazione comunale, di cui il pd fa parte, da il patrocinio al convegno, e il circolo PD si dissocia. Che le scie chimiche abbiano effetti su chi fa politica?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che il sindaco si sia fatto abbagliare da alcuni fuffari; spero che averne sentito le tesi astruse lo abbia convinto che si tratta di fuffa; non ho potuto presenziare a questa conferenza, purtroppo, ma appena possibile vorrei vederne il video, per commentare quanto hanno detto. Sono anni ormai che seguo questo argomento, per la sua possibile pericolosità (se fosse solo per i leoni di tastiera non mi occuperei di questa bufala, ma un pazzo criminale potrebbe fare qualche cosa di grave; penso ai tanti "abbattiamo gli aerei" e robaccia del genere che ho letto) e non mi è mai capitata una prova seria, credibile. Questa storia è un po' come i mulini a vento contro i quali si scagliò Don Chisciotte. Cervantes doveva aver conosciuto dei fuffari del suo tempo. Adesso non si scagliano contro i mulini al vento, non minacciano chi ha a che fare con i mulini, ma se la sono presa con gli aerei e con chi in qualche modo ha a che fare con essi. Un complottaro scrisse "si possono sacrificare 200 innocente per salvarne milioni". Questi milioni in pericolo per le scie esistono solo nella mente di queste persone. Nessuno è realmente in pericolo quando passa un aereo (a meno che non precipiti, ma quella è un'altra cosa) e le scie sono fatte di acqua, non uccidono nessuno. Restano i 200 innocenti che costui avrebbe "sacrificato". Ecco, io scrivo per quelli, perché non diventino mai persone reali, persone che dovremmo piangere, e che non tornerebbero in vita quando il complottaro si rendesse conto di averli uccisi per nulla. Nessuna punizione potrebbe riportarli in vita. Vogliamo condannare a cosa un xxxxxxx che ha ucciso 200 innocenti per una paranoia ? Meglio curare la paranoia, meglio spiegare le cose come stiano, evitare che questa piaga si diffonda, che persone mal informate ci credano come se fosse vera. Ha fatto molto bene, quindi, il circolo PD, che plaudo, a prendere le distanze dall'iniziativa del sindaco, che con il patrocinio ha in qualche modo avvallato la credibilità di gente che non è credibile. Non ci può essere una verità a metà tra le invenzioni della fantasia e la scienza. Se qualcuno nega il principio di Archimede, e chi ha studiato invece ne afferma la validità, cosa facciamo, diciamo che la verità starebbe nel mezzo ? Un corpo immerso in un fluido riceve una spinta dal basso verso l'alto pari al peso del volume di fluido che sposta, diventa dunque cosa ? Metà del peso ? Ma stiamo scherzando ? Qui si nega l'intera scienza, si fanno affermazioni arbitrarie senza base alcuna scientifica. Tanto a gridare son bravi tutti, non serve una laurea. Ecco perché il circolo del PD ha fatto bene, e il sindaco ha fatto male. Voleva sentire le due campane ? Ok, ma non doveva dare il patrocinio del Comune. Altrimenti, perché non ha dato il patrocinio del Comune a Wanna Marchi, a Vannoni e a qualsiasi altra persona ? Se qualcuno vuole fare una conferenza sulla quinta dimensione e il Sole di Alcyone, questo sindaco gli concederà il patrocinio del Comune ? E a chi commercializza l'acqua informazionale, pure ?
      Ringrazio il Circolo del PD per la sua posizione, e vi saluto.

      Elimina
  21. Bravi, ma intanto la figuraccia cosmica l'avete fatta, e ora Fontanafredda è nota per aver ospitato questa pagliacciata.

    Mi domando,cosa ve ne fate di un "assessore alla cultura" che neanche si preoccupa di verificare i titoli di chi si presenta a parlare in qualità di "fisico"?
    Che promuove una cialtronata che è un esempio di degrado culturale?

    Oltre alla gravità di questa cosa, a questo punto anche un "contro-congresso" sembrerebbe inopportuno: il solo fatto di farlo sarebbe come mettere sullo stesso piano analisi scientifica e idiozie complottiste, come se fosse una questione di opinioni!

    Penso che prima ci vorrebbero delle scuse ufficiali alla popolazione da parte degli incapaci che hanno creato questa situazione. A quel punto ci potrebbe starebbe un seminario di divulgazione, se tra gli obiettivi della giunta c'è anche quello di promuovere la cultura.

    RispondiElimina
  22. Gentile Direttivo del Circolo PD di Fontanafredda constato la rimozione per ben due volte dei miei precedenti interventi/commenti postati al “ n.31” di questo blog nei giorni di lunedì 26 gennaio e martedì 27 gennaio scorso: CENSURA???
    PROTESTO, sono regolarmente iscritto al Partito Popolare e sono un giornalista:
    CHIEDO la pubblicazione del seguente intervento:
    Invito a leggere, LEGGERE BENE, ponderate con attenzione i contenuti di quello che viene scritto in questo acceso e animato Blog. Parliamo del fenomeno fisico delle "Scie di Condensa" (Contrails), del necessario utilizzo delle “Appleman Chart” per prevedere e verificare l’instaurarsi del fenomeno fisico.
    Osserviamo il video del decollo del Tupolev TU-204 Yakutsku takeoff a -45gradi di temperatura ambientale ( proposto da Alessandro https://www.youtube.com/watch?v=qlASw3QXRNM ) La scia dell’aereo Tupolev in questo video sono autentiche scie di condensa (Contrails), sono chiaramente visibili da vicino. Esse si formano a livello del suolo; abbiamo la pressione ambientale di una atmosfera, sono la dimostrazione della validità della "Appelman Chart", che prevede la certa formazione di "contrails" con 1% di umidità ambientale e -38 gradi di temperatura.
    Dopo la visione del menzionato video, il decollo di un aereo con le sue scie di condensa, possiamo domandarci: La quantità d’acqua (cristalli di ghiaccio), che troviamo presente nella scia, da dove proviene? Come si genera, da dove scaturisce tutta quell’acqua, proviene solamente dalla combustione del propellente? Come soddisfa la "Legge della conservazione della massa"?
    << Nelle Appleman chart la linea relativa alla temperatura critica massima per la persistenza dei contrails è compresa tra quelle corrispondenti ad RH=60% ed RH=90%. Di conseguenza affinché siano presenti contrails persistenti, in termini di umidità relativa dell’ambiente è necessario che questa sia superiore al 60%, all’interno del range di temperature d’interesse, tra -55 °C e -35 °C. A temperature inferiori è richiesta una minore umidità relativa.>>
    Guardiamo il cielo e utilizziamo il sito http://weather.uwyo.edu/upperair/sounding.html per trovare le ”verticali” informazioni meteo che quotidianamente forniscono le radiosonde, impariamo a conoscerle ed a usarle.
    Il sito http://www.flightradar24.com per il conoscere i dati del traffico aereo, in un determinato momento in transito sopra la nostra volta celeste; possiamo vedere molti aerei con scie differenti ; ma solo per alcuni, trovare che la scia emessa è stranamente LUNGA e PERSISTENTE. (metodo del confronto scientifico, si osserva un fenomeno naturale). Questi sono i “cirri aviatici” (Chemtrails) con le loro straordinarie proprietà fisiche. In seguito, usiamo le “Appleman chart” e con i dati delle radiosonde, controlliamo la veridicità delle citate scie di condensa che abbiamo trovato in cielo.
    In quale area della risoluzione grafica delle “Appleman Chart” si pongono queste scie degli aeromobili? Always contrails, Maybe contrails oppure No contrails?
    Questo è il nocciolo della discordia di tutta questa discussione inerente le Chemtrails.
    In cielo ci sono molte scie di condensa prodotte dagli aviogetti; ma che solo ALCUNE di esse non mi convincono e si comportano in uno strano modo, di cosa mai saranno formate?
    Saluto e ringrazio della pazienza e spazio il Partito Democratico di Fontanafredda.
    Propongo questo link
    https://www.youtube.com/watch?v=M0HcjAjkFqE
    Guardate il video e interrogate la vostra scienza e coscienza.
    Distinti saluti. Giampietro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è nessuna censura, semplicemente blogger (il sistema blog di google) ha ritenuto i suoi precedenti commenti SPAM e non li ha pubblicati.
      Non c'è nessuna censura!

      Elimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. Per completezza di informazioni, al seguente link potrete vedere numerose fotografie ritraenti le cabine degli aerei durante la fase di certificazione. Potrete notare che sono uguali a quelle del video proposto dal Sig. Giampietro, è chiara la malafede di chi vuol far credere che quelle cisterne contengano sostanze misteriose poichè sulle "scie chimiche" ci guadagna da vivere sulle spalle dei creduloni.

    Molte di queste foto sono state scattate durante i maggiori saloni aeronautici mondiali, quali Farnborough, Le Bourget e via dicendo, dove centinaia di migliaia di visitatori possono visitare gli aerei esposti in mostra statica. http://www.airliners.net/search/photo.search?aircraft_genericsearch=&airlinesearch=&countrysearch=&specialsearch=cabin&daterange=&keywords=test&range=&sort_order=photo_id+desc&page_limit=15&thumbnails=

    RispondiElimina
  25. Pensate un pò, le scie chimiche erano presenti nel 1890!!! Tredici anni prima del primo volo dei fratelli Wright!! Magari ci irroravano con le mongolfiere...
    https://www.etsy.com/listing/108757955/1890-antique-fine-lithograph-types-of

    RispondiElimina
  26. Ripropongo qui a seguito di una modifica. A quanto pare il signor Giampietro continua a citare a sproposito Appleman, la ragione della persistenza delle scie gliel'ho spiegata, è questione di umidità relativa, le ho portato anche l'esperimento semplicissimo dell'acqua calda e l'acqua fredda, è un concetto molto semplice, ma apparentemente si rifiuta di capirlo. Provi a guardarsi il concetto di saturazione, una volta compreso quello comprenderà anche l'umidità relativa.

    Riguardo al video che porta come prova, non c'è nulla di strano. Nei primi secondi si vede quello che è noto come M.A.F.F.S., ossia Modular Airborne FireFighting System, potrà approfondire qui http://en.wikipedia.org/wiki/Modular_Airborne_FireFighting_System non è altro che un sistema per combattere gli incendi.

    Si passa poi a dei ricettacoli per il rifornimento in volo, non sono altro che delle enormi pompe di benzina. Cercando "Aerial refuelling" su Google troverete centinaia di immagini uguali.

    Dopo questi vedrete qualche foto che ritrae lo scarico del carburante, è una procedura che avviene in casi di emergenza, può succedere che si verifichi un'emergenza dopo il decollo che costringa l'aereo a tornare all'atterraggio, tra i pesi caratteristici di un'aereo abbiamo il peso massimo al decollo e il peso massimo all'atterraggio, negli aerei a lungo raggio il primo è di molto superiore al secondo, e l'unico modo per poter atterrare senza rischiare danni strutturali è quello di scaricare il carburante, potete approfondire e vedere qualche foto qui http://it.wikipedia.org/wiki/Fuel_dumping.

    Troviamo poi una cisterna con scritto "aerochem", va da se che uno sterminio mondiale attuato in segreto venga smascherato da una cisterna con su scritto aerochem, che altro non è che una ditta svedese che produce il liquido antighiaccio che viene spruzzato sulle superfici degli aerei prima del loro decollo per rimuovere i depositi di neve e ghiaccio che sono molto pericolosi per la sicurezza del volo http://www.aerochem.se/

    A seguito vedrete una serie di cisterne, alcune sono delle cisterne per i ferry flight, ossia i voli di trasferimento o di consegna di aerei. Non tutti gli aerei hanno autonomia intercontinentale, ossia non hanno un'autonomia sufficiente a coprire lunghe distanze e nel caso debbano coprire lunghe distanze sopra gli oceani senza possibilità di atterrare e fare rifornimento, vengono installate queste cisterne. Nelle foto che seguono vedrete alcuni Boeing 717 di Hawaiian Airlines che, avendo un'autonomia di 3500 km non potrebbero volare dagli Stati Uniti continentali alle Hawaii se non con questi serbatoi supplementari.
    http://www.airliners.net/photo/Hawaiian-Air/Boeing-717-22A/0148886/L
    http://www.airliners.net/photo/Hawaiian-Air/Boeing-717-22A/0148884/L
    http://www.airliners.net/photo/Hawaiian-Air/Boeing-717-22A/0148885/L
    http://www.airliners.net/photo/Hawaiian-Air/Boeing-717-22A/0148887/L

    Le altre cisterne che vedete, quelle con tutti i computer e via dicendo, sono quelle utilizzate durante la fase di certificazione di un nuovo modello di aereo. Prima dell'entrata in servizio di un nuovo modello, vengono svolti tutta una serie di prove in volo che riguardano anche l'individuazione dei limiti del centro di gravità. Per poter spostare il centro di gravita in volo, senza dover ogni volta atterrare e spostare manualmente i carichi, è stato ideato un sistema di cisterne piene d'acqua collegate tra loro in modo da poterne spostare il contenuto. Qui potete vedere uno di questi voli di certificazione https://www.youtube.com/watch?v=nLY2mLlka-s
    In alcune aree remote, come il Canada o l'Alaska, ci sono certe piccole compagnie aeree che trasportano il carburante nei villaggi isolati, e l'unico modo per farlo è con delle cisterne.

    Tutto il resto sono foto che ritraggono scie di condensa, scie aerodinamiche, formazioni nuvolose che chi ha studiato meteorologia non ha difficoltà a riconoscere.

    RispondiElimina
  27. Per l'ennesima volta, inviterei il Sig. Giampietro a portare qualche prova tangibile e scientificamente dimostrata di quanto dichiara.

    Sarà difficile, in quanto ciò in cui dimostra di credere non ha alcun fondamento scientifico, ma ho proprio intenzione di vedere cosa sarà capace di sottoporre.

    Per il momento, in cinque interventi su sei ha citato erroneamente Appleman, ha fornito qualche video contenente fotografie che sono state ampiamente sbugiardate e non ha portato nulla di concreto. Quando è stato invitato a seguire qualche ragionamento logico ha glissato, continuando imperterrito a citare Appleman. Attendiamo con ansia il settimo intervento del Sig. Giampietro che conterrà la solita errata citazione di Appleman.

    A questo punto ci dica che vuole solo risposte che danno conferma a ciò in cui lui crede, per quel meccanismo chiamato bias di conferma che consiste nel ricercare, selezionare e interpretare informazioni in modo da porre maggiore attenzione, e quindi attribuire maggiore credibilità, a quelle che confermano le proprie convinzioni o ipotesi, e viceversa, ignorare o sminuire informazioni che le contraddicono. Ripeto, la scienza non è religione, è vera a prescindere che vi si creda o meno.

    RispondiElimina